FISCO: LE ULTIME ISTRUZIONI PER CHIARIRE I DUBBI

Oggi è giorno di Pasquetta per cui sarò breve: vi parlerò di Fisco, ma per una volta in versione amico del contribuente.

Infatti l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato recentemente una nuova circolare per fornire le nuove interpretazioni su come applicare correttamente la maxi detrazione del 110%.

Vediamone alcune:

  • estensione dello sconto fiscale anche agli edifici sprovvisti di Ape perché non dotati “di copertura di uno o più muri perimetrali, o di entrambi, purchè al termine degli interventi raggiungano una classe energetica in fascia A.” 
  • beneficio del bonus agli edifici composti da due a quattro unità anche se riconducibili a un unico proprietario o in comproprietà da più persone fisiche. 

La guida ora specifica anche il significato delle espressioni “accesso autonomo” e “immobile funzionalmente indipendente” (requisiti indispensabili per gli edifici plurifamiliari per l’accesso al beneficio fiscale):
per accesso autonomo si intendeun accesso indipendente non comune ad altre unità
immobiliari, chiuso da cancello o portone d’ingresso che consenta l’accesso dalla strada o da
cortile o da giardino anche di proprietà non esclusiva”;
– un’unità si intende funzionalmente indipendentequalora sia dotata  di almeno tre delle
seguenti installazioni o manufatti di proprietà esclusiva: impianti per l’approvvigionamento idrico,
impianti per il gas, impianti per l’energia elettrica, impianto di climatizzazione invernale”

  • viene ricompresa, tra gli interventi ammessi al superbonus, anche la coibentazione del tetto, superando il principio di superficie disperdente finora limitata al solo locale sottotetto.
  • si aggiunge agli interventi trainati l’installazione delle colonnine di ricarica per le auto elettriche, da effettuare contestualmente ad un intervento trainante; in merito, sono stati disposti tre limiti di spesa: 2000 € per gli edifici unifamiliari, 1500 € per gli edifici plurifamiliari o per i condomini con massimo otto colonnine e 1200 € per i condomini che ne installano più di otto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.